Le macchie solari consistono in discromie di solito presenti sulla pelle del viso, conseguenti all’esposizione prolungata alle radiazioni ultraviolette. Costituiscono un’alterazione della pigmentazione cutanea, localizzata soprattutto sugli zigomi, intorno al naso e sul labbro superiore.

Esistono differenti tipi di macchie solari, che si diversificano per forma, dimensione e intensità della colorazione:

Melasma
Si tratta di chiazze irregolari dalla tonalità marrone chiaro, concentrate su fronte, zigomi e labbro superiore; collegati all’assunzione di estrogeni, questi inestetismi compaiono solitamente tra i 30 e i 40 anni.

Lentigo senili
Tipiche manifestazioni cutanee relative ai processi d’invecchiamento dell’apparato tegumentario, queste discromie appaiono come aree iperpigmentate di colore marrone scuro, localizzate anche sul dorso delle mane e sul décolleté.

In entrambi i casi, l’agente eziologico è rappresentato dai raggi UV che, colpendo gli strati più superficiali dell’epidermide, stimolano la produzione di melanina, un pigmento scuro sintetizzato dai melanociti. In condizioni fisiologiche i raggi solari aumentano in maniera omogenea il rilascio di melanina che contribuisce ad abbronzare uniformemente la pelle.
Quando invece subentrano fattori genetici oppure ormonali in grado di modificare tale produzione, insorgono le macchie solari.

Metodi per eliminare le macchie solari

I trattamenti contro le macchie solari sono di due tipi: cosmetici (tramite impiego di creme depigmentanti) oppure professionali (mediante trattamenti estetici).

Le creme utilizzate a tale scopo contengono alcuni principi attivi, come il resorcinolo, in grado di normalizzare la produzione di melanina, oppure l’acido glicirretinico, che stimola la capacità rigenerativa delle cellule per riparare i danni causati dalle radiazioni UV. Vengono anche formulati prodotti contenenti acido citrico e acido lattico, due principi naturali di notevole efficacia.

Impiego di sostanze schiarenti
Si tratta di sostanze contenenti principi attivi depigmentanti, come acido cogico e idrochinone associati a sostanze esfolianti come acido glicolico e retinoico.

Peeling chimici
Impiegano sostanze ad azione esfoliante che rimuovono gli strati più superficiali dell’epidermide e del derma, potenziando il ricambio cellulare ed eliminando la melanina in eccesso presente a livello dello strato corneo.
Inoltre viene facilitato l’assorbimento dei principi attivi depigmentanti.
Tra le sostanze più attive ci sono l’acido retinoico, l’acido tricloroacetico e l’acido glicolico, mentre l’acido lattico risulta la scelta d’elezione in caso di macchie senile.

Crioterapia
Si tratta di una tecnica che sfrutta l’azione dell’azoto liquido, un gas che, agendo a temperature molto basse, contribuisce a bruciare “a freddo” le zone iperpigmentate, provocandone il distaccamento entro qualche tempo.

Laser
Questa tecnica si serve dei raggi laser per colpire il pigmento melanico, rimuovendolo per via trans-dermica, in seguito all’attivazione dei macrofagi che inglobano la melanina.
Scopri i benefici del laser in questo articolo.

Luce pulsata
In questo caso la luce pulsata, colpendo le zone iperpigmentate, contribuisce a desquamare gli strati superficiali dell’apparato tegumentario con eliminazione della melanina in eccesso.

Dermoabrasione
Si tratta di una metodica consistente nella rimozione meccanica degli strati epidermici superficiali mediante l’impiego di strumentazione fornita di micro spazzole in acciaio oppure di microfrese diamantate.

Microdermoabrasione
Meno aggressiva della precedente, questa tecnica rimuove meccanicamente gli strati superiori della pelle, eliminando in tal modo anche le zone interessate da iperpigmentazione.

Diatermocoagulazione
Mediante l’uso di diatermocoagulatori si realizza un processo di abrasione degli strati epidermici più superficiali, anche se la metodica è particolarmente invasiva ed impiegata soprattutto per finalità dermatologiche piuttosto che estetiche.

Utilizzando un fondotinta
Se la macchia non si presenta molto evidente, potrebbe essere mascherata temporaneamente con un buon fondotinta. Scopri come scegliere un buon fondotinta senza commettere errori.


Dai un'occhiata a questi prodotti!

Se hai letto con interesse questo articolo, possiamo suggerirti dei prodotti di alta qualità che farebbero al tuo caso. Approfitta della SPEDIZIONE GRATUITAcon € 20 di spesa minima.


Lascia un commento:

*

Your email address will not be published.